SCARICA QUANNE NASCETTE NINNO

L’inferno solamente e i peccatori Testardi come esso e ostinati Si misero paura, Perché nella tenebra vogliono stare I pipistrelli, Fuggendo dal sole i bricconi. Ma ‘nfrattanto io la canto, ‘mmaggenateve de stà co li pasture vicino a Ninno bello vuje pure. Viato a me si aggio sta fortuna! Sbatteva ‘o core ‘mpietto, sbatteva ‘o core ‘mpietto a sti Pasture e ll’uno po’ deceva ‘nfacci’a ll’ato: Agg o tuorto — haje fosse muorto n’ora primmo de peccà Tu m’aje amato, E io pe paga t’aggio maltrattato! L’inferno soltanto, l’inferno soltanto e i peccatori incalliti come lui e ostinati ebbero paura, perchè nell’oscurità vogliono stare i pipistrelli, fuggendo dal sole, i bricconi.

Nome: quanne nascette ninno
Formato: ZIP-Archiv
Sistemi operativi: Windows, Mac, Android, iOS
Licenza: Solo per uso personale
Dimensione del file: 24.31 MBytes

Il consenso potrà essere revocato in qualunque momento, accedendo alla pagina del tuo profilo. Dopo la prima edizione, “Quanno nascette Ninno” ha subito varie riedizioni e modifiche, una delle quali ad opera di Marco Frisina. Comparette e lle decette: Sbatteva ‘o core ‘mpietto, sbatteva ‘o core ‘mpietto a sti Pasture e ll’uno po’ deceva ‘nfacci’a ll’ato: Ahje, fosse muorto n’ora primma de peccà. T’amo Dio mascette Bello mio, T’amo Gioja, t’amo, t’a Fai luce e riscaldi anche i peccatori.

Quanno nascette Ninno, Il Natale di Alfonso Maria de’ Liguori

Viene suonno da lu cielo, viene adduorme a sto Nennillo, pe’ pietà ch’è piccerillo, viene suonno e nun tardà. Poi gettarono, lacrimarono, un sospiro per sfogarsi.

  ANTI DIALER SCARICA

A ‘o qunne Bene Facevano ogne poco ‘o va e viene. Chi dormiva si sentiva in petto il cuore giocare per l’allegria. No sospiro pe’ sfogà. In caso di problemi scrivi a platform rockol. E ‘nchillo Viso provajeno no muorzo ‘e Paraviso.

Quanno nascette Ninno

Anche io sono nero, anche io sono quann peccatore, ma non voglio essere rigido e ostinato. Ma che buà ca cchiù arrecietto Non trovajeno int’a lu pietto: T’amo Dio — Bello mio, T’amo. Ti amo, Dio, bello mio, Gioia mia, Ti amo, Ti amo. E ‘a cchiù lucente, jette a chiammà li Magge a ll’Uriente.

Co vasille, ‘mprimma e po’.

quanne nascette ninno

No ve spaventate no; Contento e riso La terra è arreventata Paraviso. S’arrevotaje ‘nsomma tutt’o Munno, Lu cielo, ‘a terra, ‘o mare, e tutt’i gente. Prendendo confidenza, prendendo confidenza a poco a poco, chiesero il permesso alla Madonna. Vieni sonno dal cielo, vieni ad addormentare questo Bambino, per pietà che è piccolino, vieni sonno e non tardare.

Canzoni napoletane : QUANNO NASCETTE NINNO

Cognome Compilare il campo Cognome. Viato a me si aggio sta fortuna! Con la scusa di donare, con la scusa di donare i regali si avvicinarono piano piano. Quanno è tutto niro e brutto comm’a pece, tanno cchiù. Che maje pozzo nasscette desiderare?

Gioventu’ Bruciata (Sanremo 2019)

Gloria nunno Dio e pace in terra, Non più guerra – è nato già Il Re d’amore, Che dà allegrezza e pace a ogni cuore. Ma Tu mi dirai che hai pianto, Affinché piangesse pure il peccatore. Ebbero paura, perchè nell’oscurità vogliono stare. E’ nato”, decévano, “lo Dio che nce ha criato”.

  SCARICA LPHANT 3.51 ITALIANO GRATIS

No ‘nc’erano nemmice pe la terra, La pecora pasceva cu ‘o lione; Cu ‘o capretto – se vedette ‘O liupardo pazzeà; Ll’urzo e ‘o vitiello E co lo lupo ‘n pace ‘o pecoriello.

Sbatteva il cuore nel petto, sbatteva il cuore nel petto di questi pastori e uno poi diceva di fronte all’altro: La pecora pasceva co’ ‘o lione.

quanne nascette ninno

L’inferno soltanto, l’inferno soltanto e i peccatori incalliti come lui e ostinati ebbero paura, perchè nell’oscurità vogliono stare i pipistrelli, fuggendo dal sole, i bricconi.

Co’ ‘o capretto, se vedette ‘o liupardo pazzeà.

Con Giuseppe e la Gioia mia. Io non voglio più peccare, Voglio amare voglio stare Con il Bambino bello Come ci stanno il bue e l’asinello. Un sospiro per sfogarsi. Zompanno comm’a ciévere, zompanno comm’a ciévere ferute, jettero li pasture a la capanna.